Esteri

Champs Elysee: auto contro furgone della polizia, torna la paura

Champs Elysee: auto contro furgone della polizia, torna la paura”

QUARTIERE ISOLATO Il quartiere degli Champs-Elysees è ancora isolato, dopo l'azione "deliberata" di un uomo che si è diretto - verso le 15:40 - con la sua auto contro un furgone della gendarmeria.

E' questa l'auto usata per l'attacco agli Champs-Elysées. Lo si apprende da fonti degli Interni.

Attimi di paura nel pomeriggio di lunedì nel centro di Parigi, sugli Champs Elysees. La sezione antiterrorismo della Procura di Parigi ha aperto una inchiesta.

Stando alle ricostruzioni effettuate fino a questo momento, l'auto ha preso fuoco nell'impatto con il furgone e l'aggressore, sul quale "è stata trovata un'arma", inizialmente era stato descritto "a terra privo di sensi". "Evitate il settore". Secondo quanto riferiscono alcune voci di corridoio, l'uomo sarebbe stato già arrestato e la situazione di pericolo già risolta dai gendarmi. E' un attacco terroristico all'altezza della fermata della metro Franklin Roosevelt. "Molto probabilmente" l'attentatore degli Champs-Elysees "è morto", ha riferito Pierre-Henri Brandet, portavoce del ministero degli Interni. I colleghi di Le Parisien parlano di un uomo di 31 anni nato ad Argenteuil, in Val-d'Oise che aveva con sé anche una pistola. L'attentatore sarebbe conosciuto dall'Intelligence francese e schedato con la sigla "S", ovvero sospetto radicalizzato.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato