Sport

L'Italia U21 parte bene, Di Biagio: "Mai avuto dubbi sul gruppo"

L'Italia U21 parte bene, Di Biagio:

Il tecnico serbo non è riuscito a completare il lavoro ma il testimone è stato preso da Montella che ne ha fatto dei punti cardini della squadra rossonera andando a conquistare la Supercoppa italiana sulla corazzata Juventus. Adesso appuntamento a mercoledì contro la Repubblica Ceca di Schick e Jankto. "La Danimarca è alla prima sconfitta, forse mai ha subito due gol in questi due anni nella stessa gara". Berardi e Bernardeschi a supportare Petagna nel tridente offensivo.

I padroni di casa della Polonia non avranno i napoletani Milik e Zielinski, passati ai piani alti, ma hanno in Kapustka (del Leicester) un esterno che ha già ben figurato la scorsa estate a Euro 2016. Un'Italia deludente, con Petagna impalpabile e soverchiato, che produce pochissimo in fase offensiva. Pesano forse la pressione, la responsabilità del pronostico, le difficoltà dell'esordio. Bellissimo gesto atletico di Pellegrini che con una rovesciata riesce a mandare il pallone in rete. In campo, per la seconda giornata dei gironi di qualificazioni, scendono la Serbia, che alle 18 affronta la Macedonia e la Spagna, impegnata nel big match contro il Portogallo; sfida da cui molto probabilmente uscirà la vincitrice del Girone B.

DIFESA - L'Italia specula sul vantaggio di Pellegrini, controllando con agio la situazione in virtù della classe della coppia di centrali Rugani e Caldara. Nel finale, dopo un suo tentativo deviato dal portiere della Danimarca, l'attaccante dell'Atalanta, Andrea Petagna, la butta dentro, servito da un assist magistrale di Federico Chiesa.

Gigi Di Biagio e la sua Italia possono sorridere. Avversaria ostica, che vince con la Repubblica Ceca, con stesso risultato di 2 a 0. Il ct azzurro elogia la freddezza di Donnarumma. Era il primo anno in A e non era la cosa principale per me. Pareggio tutto sommato giusto, ma nel finale gli inglesi tirano un sospiro di sollievo.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato