Esteri

Londra, il terrore colpisce i musulmani: un morto e 10 feriti

Londra, il terrore colpisce i musulmani: un morto e 10 feriti”

Torna l'incubo terrorismo, anche se in questo caso le parti potrebbero essersi invertite. Questo dev'essere ancora confermato.

Ma soprattutto lì pronunciava i suoi sermoni d'odio Abu Hamza, il predicatore poi arrestato ed estradato negli Stati Uniti, ritenuto un punto di riferimento per tutti i network fondamentalisti europei, da Parigi a Berlino. Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha condannato il "terribile attacco terroristico contro persone innocenti", dopo che nella notte un furgone ha investito i fedeli musulmani della moschea di Finnsbury Park con un morto e 8 feriti.

È stata trovata morta una ragazza di 17 anni che era stata aggredita e rapita da un uomo all'uscita da una moschea della Virginia. Non sembra giusto, pur condannandolo, dargli lo stesso peso della vera cristianofobia che invece permea tutte le azioni terroristiche a matrice ISIS. L'uomo sarebbe stato in compagnia di altre due persone in fuga.

"Le persone sono terrorizzate, soprattutto chi ha figlie giovani", ha dichiarato Arsalan Iftikhar, avvocato specializzato in diritti umani che frequenta la moschea di Sterling dove vi sono un paio di guardie private armate. Almeno una decina i feriti, tra cui tre gravi.

Londra, ritorsione contro i musulmani. L'assalitore è stato poi bloccato dalla Polizia.

L'imam di Finnsbury, Mohammed Kozbar, ha parlato apertamente di "atto terroristico, come a Manchester, a Westminster o a London Bridge".

Nessun'altra persona è stata trovata all'interno del furgone che ha preso di mira i fedeli musulmani.

Dalle prime dichiarazioni del premier Theresa May emerge che la polizia sta indagando sull'accaduto come "un potenziale attacco terroristico" e già alle prime ore dell'alba è stato convocato un comitato di emergenza presieduto dalla stessa May.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato