Scienza

Tim Hague morto per emorragia dopo un incontro

Tim Hague morto per emorragia dopo un incontro”

E' morto il pugile canadese Tim Hague: da due giorni era ricoverato in coma per un'emorragia cerebrale dopo il ko nel match contro Alan Braidwood nell'incontro allo Shaw Conference Centre di Edmonton di venerdì scorso. Le sue condizioni erano apparse molto critiche fin da subito e purtroppo non c'è stato nulla da fare per salvargli la vita: l'emorragia cerebrale è infatti risultata essere irreversibile ed è morto qualche ora fa (in Canada era ancora domenica 18).

Lo sfidante che l'ha mandato KO, Adam Braidwood, era stato in passato un giocatore professionista di football americano, dove aveva giocato con gli Edmonton Eskimos. Negli ultimi anni, infine, aveva deciso di tornare nel mondo della boxe e diventare un puglile professionista.

Gli inizi professionisti di Tim Hague erano partiti con le arti marziali miste nel 2006, per poi passare tre anni dopo nell'Ultimate Fighting Championship, ottenendo 4 successi in 5 sfide. Nel 2011, in seguito ad una commozione cerebrale, il pugile si era ritirato per un lungo periodo di riposo.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato