Esteri

Tutto pronto a Barbiana per l'arrivo del Papa

Tutto pronto a Barbiana per l'arrivo del Papa”

"Verso la fine degli anni Sessanta, Don Milani è malato e ha poco tempo ancora da vivere". L'elicottero del pontefice atterra nello spiazzo sottostante la chiesa di cui è stato parroco don Lorenzo Milani alle 11,15. Arriverà da Bozzolo di Mantova, dove Francesco avrà reso omaggio alla memoria di don Primo Mazzolari, altro sacerdote "folle di Dio" e messo in un angolo dalle gerarchie del tempo. Betori, arcivescovo di Firenze.

La giornata, anzi la mattinata, di Papa Francesco sarà però blindatissima e riservata esclusivamente a un gruppo ristretto di persone munite di pass che potranno accedere ai luoghi della visita. La visita, che si svolge "in forma privata e non ufficiale" avrà complessivamente la durata di 4 ore e mezzo, dunque sarà forse la più breve del Pontificato, ma la sua importanza sarà grandissima: quello di Francesco è infatti un gesto storico perché in ginocchio con il Papa sarà la Chiesa tutta a rendere omaggio a questi due profeti scomodi uniti dall'attenzione ai piccoli e agli ultimi ma anche dal rifiuto tout court dell'uso della forza e della guerra, un atteggiamento che Francesco condivide (basti pensare alla sua condanna senza condizionali del traffico delle armi). L'elicottero del papa è pronto a ripartire a mezzogiorno a mezzo.

Il viaggio che farà Bergoglio domani mattina a Barbiana e a Bozzolo, oltre a riabilitare due preti che negli anni cinquanta furono marchiati dalla Chiesa e della Dc di essere dei comunisti per il loro insistere nella difesa dei poveri, servirà a tracciare il sentiero per "quell'atteggiamento di misericordia" necessario a realizzare una Chiesa meno rigida, ingessata, e incline all'autoreferenzialità di quanto non sia ora. Il Santo Padre sarà accolto dal cardinale Giuseppe Betori e dal sindaco di Vicchio, Roberto Izzo. Successivamente uscito dalla casa, dopo il saluto del card. Betori, tiene un discorso all'aperto alla presenza degli ex allievi, di un gruppo di sacerdoti della diocesi e di alcuni ragazzi seguiti da realtà educative della diocesi.

Gesualdi sarà tra i tanti che accoglieranno il 20 giugno prossimo il Papa in visita a Barbiana dove pregherà sulla tomba di don Lorenzo Milani nel 50esimo anniversario della sua morte, avvenuta il 26 giugno 1967. Alle 13 è previsto il suo ritorno in Vaticano.

Nel messaggio alla scuola italiana del 10 maggio 2014, Papa Francesco ha detto di Don Milani "La sua era un'inquietudine spirituale alimentata dall'amore per Cristo, per il Vangelo, per la Chiesa, per la società e per la scuola che sognava sempre più come 'un ospedale da campo ' per soccorrere i feriti, per recuperare gli emarginati e gli scartati". Il parroco allestirà dalle 8 uno schermo in chiesa a Vicchio per seguire la visita in diretta e poi il discorso che Francesco pronuncerà.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato