Intrattenimento

Addio a Martin Landau, l'Oscar della fantascienza e dell'horror

Addio a Martin Landau, l'Oscar della fantascienza e dell'horror”

Los Angeles - È morto all'età di 89 anni Martin Landau.

L'attore fu reso famoso soprattutto per la sua interpretazione del comandante Koenig in "Spazio 1999", una serie fantascientifica ideata e creata da Gene Roddenberry (lo stesso produttore anche di "Star Trek" e "Ufo"). La statuetta però la vince effettivamente nel 1994 per la sua interpretazione di Bela Lugosi in Ed Wood di Tim Burton. Ma la carriera di entrambi gli attori non decolla.

Ma il suo sogno nel cassetto era quello un giorno di diventare un attore. nel 1955, insieme ad altri duemila partecipanti, decise di provare a fare un'audizione per entrare all'Actors Studio (la prestigiosa scuola attoriale di Lee Strasberg). Influenzato dal lavoro di Charlie Chaplin ha fatto il suo debutto a Broadway nel 1957 e il primo ruolo importante gli venne affidato nel 1959 con 'Intrigo internazionale' di Alfred Hitchcock.

I cinefili dicono addio anche a Martin Landau

Dopo quell'exploit Martin Landau mantenne una presenza costante nelle serie tv - Senza traccia, Entourage: per entrambe ottenne una nomination agli Emmy - e al cinema, con apparizioni in X-Files - Il film (1998), EdTv (1999) di Ron Howard, The Majestic (2001) di Frank Darabont, e in alcuni film di Tim Burton, da Il mistero di Sleepy Hollow (1999) al recente Frankenweenie (2012), nel quale prestava soltanto la sua voce. Nel 1989 lo rivediamo in "Crimini e misfatti" di Woody Allen.

Landau lascia le figlie Susie e Juliet avute dal matrimonio con Barbara Bain, dalla quale ha divorziato nel 1993, i generi Roy e Deverill, la sorella Elinor, la nipote Aria e il nipote Dylan. Dal 1990 l'attore era legato all'attore Gretchen Becker e padrino del figlio di lei, Dylan.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato