Esteri

Omicidio Caccia, l'imputato: "Sono capro espiatorio. Pronto a sciopero della fame"

Omicidio Caccia, l'imputato:

È attesta in giornata la sentenza del processo bis al panettiere Rocco Schirripa, accusato di aver ucciso il procuratore di Torino, Bruno Caccia il 26 giugno 1983. In aula davanti alla Corte d'Assise di Milano, l'imputato ha detto "Sono il capro espiatorio che l'accusa voleva trovare a tutti i costi". E ha anche annunciato lo sciopero della fame "per protestare contro questa messinscena, questa farsa che lascerà liberi i veri responsabili".

Per l'omicidio è già stato condannato in via definitiva come mandante Domenico Belfiore, dell'omonima ndrina calabrese. Il primo era stato annullato nel novembre del 2016 a causa di un errore procedurale.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato