Esteri

Storico oro azzurro nel nuoto sincronizzato con un esercizio dedicato ai migranti

Storico oro azzurro nel nuoto sincronizzato con un esercizio dedicato ai migranti”

La coppia ha chiuso battendo Russia e Stati Uniti. È la prima medaglia d'oro vinta nella storia del nuoto sincronizzato azzurro e la prima di questi campionati mondiali per l'Italia. La coreografa Anastasjia Ermakova ha tratteggiato acrobazie acquatiche che descrivono la disperazione di chi fugge dalla guerra e dalle persecuzioni, dalla fame, con il sogno della libertà. La prova conquista il pubblico del Varoliget Park ancor prima dell'ingresso in acqua dei due atleti Unicusano Aurelia Nuoto e gli applausi e la commozione accompagnano tutto il loro esercizio. "Parte il flashback e ripercorriamo la storia di una coppia piena d'amore che inizia con la speranza di un approdo felice ma si conclude, purtroppo, con il dolore e la disperazione".

Al terzo posto si è classificato il duo statunitense Spendlove e May (87.6682). Argento alla coppia russa Kalancha-Maltsev che totalizzato 90.2639 punti. Il 38enne sirenetto americano per anni ha girato il mondo perorando l'ingresso degli uomini nel nuoto sincronizzato. Una profezia che, oggi, si è avverata. Tanti anni di lavoro vengono ripagati, il bronzo di Kazan è solo un ricordo di una storia iniziata due anni fa e proseguita nel migliore dei modi: l'Italia è oro nel duo misto del nuoto sincronizzato, Minisini-Flamini fanno la storia (e Minisini tenterà il bis nel programma libero sabato) e regalano agli azzurri il primo oro in questi Mondiali di Budapest.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato