Intrattenimento

Totti annuncia: "Comincia la mia vita da dirigente della Roma"

Totti annuncia:

E' una cosa che tocca qualunque cosa importante nel mio corpo. Un bene su cui nessuno può metterci il cappello. Insieme alla famiglia e ai suoi cari. Con l'ingenuità di un bambino che si avvicina al suo primo giorno di scuola. Per riconoscere giorno dopo giorno qual è il nuovo ruolo che la realtà gli ha ritagliato su misura. Ho smesso da poco, però io ho la possibilità di lavorare con la Roma, Monchi, Pallotta, Baldissoni e Di Francesco.

Da dove cominciamo? Inizierei dalla fine della mia carriera.

Fino a quell'indimenticabile match d'addio del 28 maggio 2017, Francesco Totti ha pensato esclusivamente a fare il calciatore e per questo quando i titoli di coda e il sipario sulla sua carriera da capitano è calato è rimasto spiazzato e confuso. Il rettangolo di gioco mi ha dato tanto e ho cercato di dare tanto per la gente che mi ha dato tanto amore. Sarà difficile spiegare alla gente le sensazioni e le emozioni che ho provato quel dì.

Inizia una nuova parte della vita?

"È finita la prima parte della mia vita, quella da calciatore, ora ne inizierà un'altra altrettanto importante, da dirigente, sperando di fare quello che ho fatto sul campo", è la dichiarazione di Totti. E' stato bello giocare. Sì, penso che non avrei mai terminato quella partita, quella giornata: troppo importante, significativa. Racchiudeva più di 25 anni. "Non sono contento con l'agente, ma questa è stata un'esperienza di apprendimento preziosa".

Adesso si fa sul serio. Parliamo di due cose ben differenti.

"Si riparte dall'inizio, anche se si tratta di una nuova avventura, si riparte da Francesco. Mi metterò a disposizione di tutti, a partire dal settore giovanile fino al presidente". "Poi è normale che ci vorranno, sei mesi, un anno, due anni, non so quanto tempo ci vorrà per affermarmi nel ruolo che preferisco realmente". Ci vorrebbe una settimana per ringraziare tutti.

Quindi, Francesco, come dovremo chiamarti?

Come immagini il futuro? Roseo, non è facile pensarci adesso. Adesso cambio pagina e penserò a questo nuovo lavoro che mi entusiasma e mi porterà cose nuove. Il tempo servirà a quello. Con tutti. Ho la fortuna di conoscerli abbastanza bene, chi più chi meno. Quando cambi tipo di lavoro entri sempre in punta di piedi per conoscere l'ambiente. Un personaggio importante per la Roma e capire quello che mi piacerebbe fare.

Ne hai già parlato con la società? . Con lui ho un grandissimo rapporto. "È una grande persona, un grandissimo uomo e sarà sicuramente uno dei valori aggiunti di questa squadra".

Chi ci sarà scritto sul tuo biglietto da visita?



Сomo è

Ultimo




Raccomandato