Finanza

Umbria Jazz 17, bilanci e prospettive

Umbria Jazz 17, bilanci e prospettive”

Perché a fronte di un calo di pubblico pagante, che veleggia sui meno 10mila biglietti venduti quest'anno rispetto al 2016, seppur giustificato dall'assenza nel cartellone di personaggi pop come Mika dello scorso anno, Pagnotta passa all'attacco, che si dice sia la miglior difesa. Lo scorso anno abbiamo venduto 29611 biglietti; quest'anno supereremo i 21mila.

"Brian Wilson presents Pet Sounds" è un evento in esclusiva italiana. Ognuno ha ringraziato gli altri, per quanto di competenza, tessendo le lodi di Umbria Jazz.

La Regione farà un tentativo L'assessore regionale Fernanda Cecchini - a precisa domanda di umbriaOn - ha comunque assicurato che la Regione farà un tentativo per armonizzare le date: "Nonostante la sovrapposizione entrambi gli eventi sono andati benissimo". Nel corso della conferenza viene poi ricordato l'esordio della Umbria Jazz Orchestra e la collaborazione con la Galleria Nazionale dell'Umbria e con l'Università per Stranieri. L'Arena Santa Giuliana può tenere 15mila spettatori, fra seduti e in piedi. "Ci abbiamo provato con Sting, ma aveva un impegno con Mantova". Diversi imprenditori umbri sono attivi in Cina e beneficiano di queste connessioni culturali e mediatiche. Da artisti eclettici di straordinaria vivacità creativa quali sono, che riescono a sedurre anche platee internazionali, hanno dato vita un concerto dal ritmo vivacissimo tra virtuosismi strumentali, intersezioni stilistiche e spazi poetici.

Per quanto riguarda il pubblico pagante, "c'è stata una leggera flessione". Del resto il concerto di Brian Wilson per i 50 anni di "Pet Sounds" conferma una strategia artistica che fa parte del Dna del festival.

Il palco di Umbria Jazz Festival edizione 2017 vedrà, questa sera a Perugia, scaldare gli animi e le voci dei contribuenti e di tutti coloro che si presenteranno proprio per celebrare un momento musicale di grande rilevanza ed importanza come questo: stiamo ancora parlando dell'Umbria Jazz Festival, che anche per quest'anno ha previsto la partecipazione di nomi davvero interessanti tra i quali si possono ricordare sicuramente anche nomi nuovi, che proprio da questo evento cercano di essere conosciuti, apprezzati e quindi riconosciuti.

Le date Il capitolo Norcia - promettono gli organizzatori - sarà ripreso con la stessa convinzione nel 2018, senza dimenticare "il generoso concerto di Pat Metheny ad Assisi il 4 maggio e l'altrettanto generosa performance del nostro presidente, Renzo Arbore, e degli altri artisti italiani nel 'prologo' del week end 1-2 luglio in piazza San Benedetto". A quei festival parteciperanno i Funk Off e il progetto Sousaphonix di Mauro Ottolini, che suoneranno il 28 e 29 luglio a Wulong (35 milioni di abitanti nel distretto di Chongqing), mentre Funk Off, quartetto di Fabrizio Bosso, Karima, Allan Harris e Sammy Miller and The Congregation si esibiranno dall'1 al 7 ottobre a Changsha (14 milioni, distretto di Hunan).



Сomo è

Ultimo




Raccomandato