Esteri

Accordo necessario/ L'alleanza Usa-Cina per sbloccare la Nord Corea

Accordo necessario/ L'alleanza Usa-Cina per sbloccare la Nord Corea”

La Cina da tempo si è detta preoccupata che qualsiasi conflitto sulla penisola coreana, o una ripetizione della guerra coreana del 1950-53, potrebbe scatenare un'ondata di rifugiati che destabilizzerebbero il suo settore nord-orientale e potrebbe finire con un paese riunificato alleata degli Stati Uniti.

A queste esternazioni aveva reagito la Corea del Nord che, attraverso l'agenzia di stampa KCNA, dichiarava: "Il presidente Trump ci sta portando sull'orlo di una guerra nucleare", aggiungendo che "il comportamento isterico e imprudente di Trump potrebbe ridurre gli USA in cenere in ogni momento".

I commenti del quotidiano - molto influente in Cina ma non rappresentativo della politica del governo - arrivano dopo che il presidente Usa Donald Trump ha rafforzato la sua retorica contro la Corea del Nord dicendo di non essere stato abbastanza duro con la sua precendente minaccia di scatenare "fuoco e furia" su Pyongyang in caso di attacco nordcoreano. A stretto giro sono arrivate le reazioni di Kim: "Spazzeremo via gli USA, vi cancelleremo dalla faccia della terra".

"Esiste un piano comune russo - cinese per disinnescare la crisi nordcoreana, secondo cui la Corea del Nord bloccherà i propri test missilistici mentre gli Stati Uniti e la Corea del Sud smetteranno le esercitazioni su larga scala". "Credo - ha proseguito il capo della diplomazia russa - che quando effettivamente si arriva allo scontro, chi è più forte e intelligente debba fare un passo indietro dalla linea di pericolo".

Ozerov, che in precedenza ha guidato la commissione del Consiglio della Federazione su difesa e sicurezza, ha osservato che all'aumento della sicurezza in Estremo Oriente, la Russia è sollecitata non solo da possibili azioni della Corea del Nord, ma anche da una possibile risposta degli Stati Uniti. "Speriamo che Kim Jong Un trovi un'altra strada". Il piano definitivo sarà completato entro metà mese e prevede che i vettori sorvolino lo spazio aereo nipponico delle prefetture di Shimane, Hiroshima e Kochi prima di colpire le acque intorno a Guam. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato