Intrattenimento

Barcellona-Juventus, Allegri: "Puniti al primo errore. Le assenze non sono alibi"

Barcellona-Juventus, Allegri:

LIVE su Calciomercato.com le parole del tecnico livornese.

Prende il via stasera la Champions League 2017-18 o, come va di moda dire negli ultimi tempi, la Road to Kiev, ovvero la destinazione che cambia di anno in anno con la città che ospita la finale.

SULLA FORMAZIONE - "Non devo inventare niente, solo scegliere 10 giocatori più il portiere. Sceglierò domani chi mandare in campo per creare pericoli al Barcellona, sapendo che giocare tre partite contro i blaugrana senza subire gol sarebbe una partita straordinaria, ma la Juve lo può fare". Barzagli? Posso dire che gioca, non posso ancora dire se in centro, a sinistra o a destra. Dybala? Lui e Neymar diventeranno i due giocatori più forti del mondo. "Bernardeschi? Ha chance di giocare, non so se dall'inizio". Sabato ha fatto venti minuti molto bene.

"Vincere la Champions non può essere un obiettivo, è un sogno": lo dice Massimiliano Allegri, in un'intervista rilasciata al sito dell'Uefa. "Dovremo avere lucidità e tecnica, quando ci verranno a pressare".

Massimiliano Allegri, ospite dei microfoni di Mediaset Premium, parla così della nuova stagione di Champions League: "Ripartiamo con l'obiettivo di passare il turno e fare una grande Champions, queste partite sono bellissime da giocatore".

Pochi i cambiamenti catalani, maggiori quelli bianconeri: "Rispetto a Berlino abbiamo cambiato molto e bene, la società ha sempre portato a Torino ottimi giocatori". Ha qualità ma sta con la testa bassa. Con la vittoria contemporanea dello Sporting Lisbona, si fa più difficile ora il cammino della Juventus nel girone. Noi dobbiamo giocare per segnare, perché il Barcellona ha tanti punti forti, ma anche qualche punto debole. "Per il passaggio del turno saranno decisive la seconda, la terza e la quarta partita".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato