Esteri

Boldrini denunciata, la Procura di Cassino apre un fascicolo

Boldrini denunciata, la Procura di Cassino apre un fascicolo”

Frasi che dopo la denuncia sono state ritenute comunque meritevoli di approfondimento dalla magistratura che ha quindi deciso di procedere.

Stavolta, invece, sarà lei a doversi difendere e, per ironia della sorte, visto che le battaglie al femminile sono un'altra costante della signora Laura, davanti ad una giudice donna.

In base alla documentazione che Dragonetti ha fornito alla Procura le parole della Boldrini andrebbero inquadrate come attentato alla Costituzione, in quanto in base all'articolo 1 della carta costituzionale la Sovranità appartiene al popolo.

In un tweet Laura Boldrini ha infatti scritto: "Europa, resistenza a cedere quote sovranità. Ma traguardo va raggiunto o prevarranno disgregazione e populismo" ci sono tutti gli estremi per scorgere un invito a far strali di quella Costituzione che invece riserva la sovranità agli italiani.

Niki Dragonetti, proseguendo nell' esposizione dei fatti, puntualizza che "laddove la cessione della sovranità avviene oltre i limiti del dettato Costituzionale, anche se in assenza di violenza, ricorre la piena punibilità dell' ex articolo 243 del codice penale: atto ostile".

"Attentato alla Costituzione Italiana" e "Istigazione a delinquere": per questi reati il presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, risulta essere iscritta nel registro degli indagati della Procura della Repubblica di Cassino.

La denuncia stilata dal giovane politico cassinate viene conclusa - come ogni denuncia- con una sollecitazione alla procura alla condanna.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato