Finanza

Cina accelera sui veicoli elettrici, vuole dire addio a auto a benzina

Cina accelera sui veicoli elettrici, vuole dire addio a auto a benzina”

Le accorate richieste dei costruttori occidentali non sembrano aver sortito l'effetto sperato.

Il governo cinese sta valutando l'ipotesi di vietare le auto a benzina e diesel.

Non è ancora chiaro quali saranno le implicazioni di questa decisione, e soprattutto quando le vedremo in atto, ma si tratta indubbiamente di un grande passo non soltanto per la Cina, ma per l'economia mondiale, e i mercati non hanno tardato a manifestarlo, con BYD, azienda leader nel settore delle auto elettriche, che registra un aumento del 7.9% del suo valore di mercato. L'ultima tabella di marcia al vaglio del ministero prevede che le vendite delle case automobilistiche comprendano veicoli elettrici o ibridi in misura pari all'8% del totale nel 2018, cifra che sale al 10% nel 2019 e al 12% nel 2020.

La Cina è solo l'ultimo Paese a compiere questo tipo di scelta: Regno Unito e Francia hanno già già approvato leggi che vieteranno la produzione di auto a benzina e diesel, dal 2040 in poi.

In Italia invece siamo fermi ad una risoluzione delle commissioni Ambiente e Lavori pubblici del Senato approvata nell'agosto scorso che impegna il governo a valutare il divieto di commercializzare moto e autoveicoli a combustibili fossili dal 2040. Circa 500.000 erano veicoli alimentati a nuove fonti di energia, il 50% in piu' di quelle vendute l'anno precedente.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato