Esteri

Clemente Mastella assolto 9 anni dopo

Clemente Mastella assolto 9 anni dopo”

Clemente Mastella è stato assolto nel processo per presunti illeciti nelle nomine alle Asl e in altri settori pubblici.

Erano stati 2 gli anni e 8 i mesi richiesti dal pm Ida Frongillo per Mastella - richiesta che se accolta avrebbe costretto il sindaco a decadere dalla carica in base alla legge Severino - e Camilleri, mentre 2 anni erano stati chiesti per Luigi Nocera e Andrea Abbamonte all'epoca assessori regionali Udeur.

Cadono le accuse anche per altre ipotesi di reato: per la tentata concussione ai danni del manager della sanità casertana Luigi Annunziata, sono stati assolti Felice Casucci (difeso dai penalisti Alessia Duraccio, Andrea De Longis, Lucio Majorano); Sandra Lonardo Mastella, Nicola Ferraro e Fernando Errico.

L'ultimo capitolo, relativo ad un ricorso al Tar, riguardava invece Vincenzo Lucariello, ex segretario del Tar campano, e Francesco Trusio, per i quali è stata dichiarata l'intervenuta prescrizione. È questa la decisione, a dir poco clamorosa, arrivata dopo una camera di consiglio durata quattro ore su uno stralcio del processo sul cosiddetto sistema "Udeur" che nel gennaio 2008 si concretizzò in una indagine che travolse il partito trascinando a terra anche il Governo. Il primo cittadino era accusato di concussione nei confronti dell'ex presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino per alcune nomine, una riguardante anche quella del commissario Asi di Benevento.

Bassolino fu sentito dai giudici e raccontò di non aver subito mai minacce o pressioni da Mastella e di aver circoscritto i colloqui avuti con il presidente dell'Udeur a "fatto politico", delimitando la questione ad un problema territoriale di Benvento, che aveva inasprito "la competizione tra due patiti di centro, ovvero la Margherita e l'Udeur".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato