Finanza

Credito, Banca d'Italia: a luglio prestiti al settore privato su dell'1,5%

Credito, Banca d'Italia: a luglio prestiti al settore privato su dell'1,5%”

A luglio le sofferenze lorde scendono a 173 miliardi contro i 192 miliardi del mese di giugno, registrando una contrazione pari al 9,9% su base mensile. Stessa musica per quelle nette che si contraggono a 65 miliardi dai 71 miliardi del mese precedente. È un effetto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, dice l'istituto di vigilanza guidato dal governatore Ignazio Visco.

In questo contesto, migliore per i conti economici degli istituti di credito rispetto al passato, i prestiti alle famiglie sono cresciuti del 2,7%, confermando la tendenza al rialzo (+2,6% il mese precedente).

Sofferenze -5,1%, ma +10,3% se corrette per cessione crediti (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 12 set - I depositi bancari del settore privato sono aumentati a luglio del 3,5 per cento su base annua (4,5 per cento in giugno); la raccolta obbligazionaria e' diminuita del 14,3 per cento. Il credito alle famiglie è salito del 2,7% (+2,6% il mese precedente) quello alle imprese non finanziarie dello 0,5%.Quanto ai tassi di interesse sui prestiti erogati alle famiglie, per l'acquisto di abitazioni, comprensivi delle spese accessorie, sono stati pari al 2,45% (2,47% nel mese precedente); quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo all'8,49%. Più salati i nuovi prestiti di importo fino a 1 milione di euro, con tasso medio al 2,14 per cento.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato