Salute

Dieta vegana: pediatri, no fino a 5 anni

Dieta vegana: pediatri, no fino a 5 anni”

Dal rapporto si evince che la scelta migliore appare la dieta mediterranea che bilancia il consumo di alimenti di origine vegetale e animale. E' proprio sull'argomento che in occasione del congresso della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale è stato presentato un rapporto attraverso il quale i pediatri spiegano che una dieta vegana non è mai raccomandata per i bambini, soprattutto nei primi anni di vita, considerati i più importanti per lo sviluppo. È frutto di un anno di lavoro che ha passato in rassegna 120 studi internazionali. Al contrario la dieta vegetariana può essere applicata, ma solo se integrata con uova, latte e alimenti che contengano vitamina B12, ferro e omega 3.

Il target delle persone arruolate nelle ricerche è eterogeneo: donne in gravidanza, giovani mamme, lattanti, bambini e adolescenti.

"Deve passare chiaro un messaggio: la salute di ogni individuo si determina in larga parte nei primi mille giorni di vita, compresi quelli trascorsi nell'utero materno", afferma Vito Leonardo Miniello, docente di nutrizione e dietetica infantile all'università di Bari e vicepresidente della Sipps.

A prendere posizioni contro le diete 'veg' anche la Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp), la Società Italiana di Medicina dell'Adolescenza (Sima) e la Società Italiana di Medicina Perinatale (Simp).

"Le diete latto-ovo-vegetariane e vegane sono inadeguate al corretto sviluppo del bambino: in chiave neurologica, psicologica e motoria", si legge nel dossier.

"La maturazione cerebrale del bambino avviene in larga parte nei primi due anni di vita", prosegue Miniello. E la dieta vegetariana non offre di certo tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno. Tra questi emerge la scarsità di ferro, vitamina B12, zinco e l'acido docosaesanoico. E i pediatri devono assolutamente far comprendere tale concetto ai genitori. Alcuni studi hanno evidenziato una maggiore incidenza di disturbi alimentari (come bulimia e anoressia), tra gli adolescenti che non consumano carne e pesce e alimenti di origine animale.

I numeri dicono che oltre 4 milioni di italiani sono vegetariani o vegani, con una tendenza in aumento.

La questione diventa ancora più delicata se la dieta vegana si applica ai più piccoli.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato