Sport

Doping, la Wada assolve 95 atleti russi su 96

La Wada ha assolto 95 atleti russi sui primi 96 accusati di doping.

A rivelarlo in esclusiva è stato il New York Times, citando un rapporto interno dell' agenzia. Una decisione che sucita perplessità, con l'interrogativo se sia prevalsa l'efficacia del sistema russo nel distruggere le prove o l'approccio soft degli investigatori.

Lo scandalo del doping russo non è solo un caso sportivo che ha portato all'esclusione di molti atleti russi dalle Olimpiadi di Rio. "Era un sistema che si è evoluto da un caos incontrollato fino ad una vera e propria cospirazione istituzionalizzata e disciplinata che puntava a vincere le medaglie".

Il presidente della commissione d'inchiesta, il canadese Richard McLaren, ha più volte evidenziato come sarebbe stato difficile perseguire gran parte dei casi emersi a causa della distruzione di molti campioni d'urina e della mancanza di cooperazione di Mosca, che non ha fornito molti dati di laboratorio.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato