Esteri

Inchiesta Consip. I giornali rivelano: "Woodcock indagato"

Inchiesta Consip. I giornali rivelano:

Il pm di Napoli Henry John Woodcock sarebbe indagato per falso, in concorso con l' ex capitano del Noe Gianpaolo Scafarto, nell' ambito della vicenda Consip. Sarebbe stato proprio l' ufficiale del Noe a dire ai pm di Roma di essere stato indotto dal magistrato a scrivere in una informativa che i servizi segreti avrebbero spiato i carabinieri che stavano indagando sull' imprenditore Alfredo Romeo. La circostanza sarebbe emersa durante l' interrogatorio di Scafarto in relazione una prima inchiesta avviata mesi fa dalla Procura di Roma a carico di Woodcock per rivelazione del segreto istruttorio. Ai pm di piazzale Clodio Scafarto disse che a rappresentargli la necessità di compilare un capitolo specifico su tale circostanza fu Woodcock.

Sul caso Consip emergono ulteriori dettagli, pubblicati oggi dalla Repubblica, sulla deposizione al Csm di Lucia Musti, procuratore di Modena. "Arriviamo a Renzi", avrebbero detto i due militari, nell'aprile del 2015, al capo dei magistrati di Modena.

"Non ho mai svolto indagini per fini politici".

Intanto De Caprio dice di non aver parlato mai con nessuno di Matteo Renzi, nemmeno con la procuratrice Musti, e non aver effettuato mai accertamenti con finalità politiche.

La vicenda Consip ci mostra una inquietante contrapposizione tra magistratura e carabinieri che non può non nuocere gravemente all'idea che il cittadino ha dello Stato, soprattutto di diritto.

Negli scorsi giorni, davanti al gup del Tribunale di Roma Rosalba Liso, è arrivata la prima sentenza relativa all'indagine Consip: Marco Gasparri, il funzionario della centrale acquisti della pubblica amministrazione, ha patteggiato una pena di un anno e otto mesi di carcere per corruzione.

"Le notizie sono davvero inquietanti e preoccupanti per la nostra democrazia", ha commentato su Ansa Graziano Delrio, ministro per le Infrastrutture e i Trasporti. Dello stesso avviso anche Luigi Zanda, leader dei senatori del Pd: 'Se tutto questo è vero, c'è stato un complotto che ha visto coinvolti organi dello Stato, volto a rovesciare istituzioni democratiche.

'Dottoressa, lei se vuole ha una bomba in mano.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato