Finanza

Lavoro. Tasso di disoccupazione giù. Ora segna il 10,9%: su anno, -0,6%

Su anche l'occupazione femminile, che resta però ai livelli più bassi d'Europa. Le ore lavorate per dipendente aumentano dello 0,5% nell'industria e dello 0,4% nei servizi rispetto al trimestre precedente. Lo comunica l'Istat. Rispetto al secondo trimestre del 2016, si stima una crescita di 153 mila occupati (+0,7%), che riguarda soltanto i dipendenti (+356 mila, +2,1%), oltre tre quarti dei quali a termine (+278 mila, +11,2%). L'indagine sul mercato del lavoro presentata dall'Istituto di statistica mostra un tasso di disoccupazione al 10,9%, in calo di 0,6 punti sul secondo trimestre del 2016, in base ai dati grezzi.

Rispetto agli ultimi trimestri, si attenua la riduzione degli inattivi di 15-64 anni (-76 mila in un anno) e del corrispondente tasso di inattività (-0,1 punti). La crescita dell'occupazione riguarda entrambi i generi e tutte le ripartizioni ed è più intensa per le donne e nel Nord.

In base ai dati destagionalizzati, il tasso di disoccupazione del secondo trimestre 2017, si attesta all'11,2%, in calo di 0,4 punti rispetto al trimestre precedente. Nel secondo trimestre del 2017, il tasso di occupazione delle donne sale al 49,1% sulla base dei dati grezzi Istat (+0,6 punti in un anno), in crescita per il quarto trimestre consecutivo: segna così il livello più alto registrato nelle serie storiche iniziate nel 1977. Nel complesso continuano a diminure le transizioni da dipendente a termine a dipendente a tempo indeterminato (dal 24,3% al 16,5%).

Otto dipendenti su dieci sono a tempo determinato. Riguardo agli inattivi, per le forze di lavoro potenziali è aumentata soprattutto la percentuale di quanti transitano verso la disoccupazione (dal 18,5% al 21,3% nei dodici mesi). Infatti, spiega l'Istat, nel secondo trimestre 2017 le posizioni lavorative dipendenti, al netto degli effetti stagionali, registrano, nel totale delle imprese con dipendenti, un aumento dello 0,2% nell'industria e dell'1,5% nei servizi privati. Il tasso dei posti vacanti aumenta di 0,1 punti percentuali sul trimestre precedente.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato