Esteri

Lega a Pontida, Toti: "Andremo al Governo e riformeremo la giustizia"

Lega a Pontida, Toti:

Di più: quello di Salvini sarà l'unico discorso 'politico' sul palco, visto che gli interventi dei governatori di Veneto, Lombardia e Liguria - Luca Zaia, Roberto Maroni e Giovani Toti (new entry a Pontida, essendo oltretutto di Forza Italia) - saranno incentrati sui referendum per l'autonomia del 22 ottobre in Veneto e Lombardia.

"Da oggi parte una lunga marcia per cambiare il Paese": così a Pontida il leader della Lega, Matteo Salvini, che assicura: "L'anno prossimo saremo a Pontida con una Lega e un centrodestra al governi, con l'Italia che riparte nel nome del lavoro e della sicurezza e soprattutto della democrazia".

Un'edizione ridimensionata, quella di quest'anno, del tradizionale raduno leghista dopo il sequestro da parte dei giudici dei beni di Via Bellerio. "Non si può mettere il bavaglio a un milione di militanti". "Ma nei momenti eccezionali parla uno".

Una Pontida dove sullo sfondo campeggia la scritta "Salvini premier": che ne pensa di questo Silvio Berlusconi? "Questo mi spiace, perché Pontida è Bossi". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, rispondendo ai giornalisti al suo arrivo a Pontida. "La Lega - ha aggiunto - ha una voce sola". Ma il sequestro preventivo dei conti del partito, dopo la condanna in primo grado di Umberto Bossi per truffa ai danni dello Stato, ha cambiato lo spirito dell'annuale incontro della base del Carroccio. Nessuna certezza, dunque, sul fatto che il regolamento si modificherà per davvero, estendendo la possibilità di parcheggiare nelle strisce rosa anche alle donne extracomunitarie e lesbiche. "Le storie e la legge non si processano", così sempre Salvini dal palco. Su questa decisone è intervenuto anche il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni: "dispiace perché Pontida è Bossi - ha detto -".

Ma Mazzoleni non ci sta.

Prima del suo intervento, durante il quale ha anche annunciato una proposta di legge per "giudicieletti direttamente dal popolo", l'attenzione era tutta sull'assente, il Senatùr.

La scelta su Salvini è stata decisa da tempo, per lanciare la leadership del segretario federale in vista delle elezioni Politiche del 2018, come già accaduto per esempio al comizio di Ferragosto a Ponte di Legno.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato