Salute

Mamma rifiuta il taglio del cordone ombelicale, l'ospedale chiama la procura

Mamma rifiuta il taglio del cordone ombelicale, l'ospedale chiama la procura”

Una partoriente ha rifiutato il taglio del cordone ombelicale da parte dei medici perché contrario alle sue convinzioni religiose, secondo cui avrebbe dovuto staccarsi da solo. Peccato che, col passare del tempo, il piccolo ha cominciato a mostrare segni di sofferenza fetale, rischiando di morire.

Il caso si è verificato ieri, venerdì 15 settembre, a Udine. "Se, al contrario, il neonato fosse morto in assenza di intervento, in quel caso sì che avremmo aperto un fascicolo d'indagine" ha spiegato il Procuratore capo De Nicolo. "La missione dei medici è salvare vite. I medici devono essere liberi e sereni", ha poi aggiunto. Evitare le denunce è impossibile, ma qualora arrivasse, chiaramente archivieremo. E prosegue: "Chiunque è esposto al rischio delle denunce". Questo tipo di procedura è sconsigliata poiché può comportare un elevato rischio di infezione che si propaga al neonato. Se uno si comporta secondo il proprio dovere non ha nulla da temere. "Ma se uno fa il suo dovere non deve chiedere il preventivo avvallo della magistratura".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato