Sport

Milan, Fassone sul calciomercato: "Nel 2018 niente rifondazioni: 2-3 innesti per migliorarci"

Milan, Fassone sul calciomercato:

Già, perché il 4-1 contro la Lazio non solo ha portato alla luce gli inevitabili cartelli "lavori in corso" che il troppo entusiasmo delle ultime settimane aveva nascosto, ma ha anche ridato voce alle cassandre, ai disfattisti, a quelli che vedono nel progetto del Milan un fallimento annunciato, presagio del futuro disastro, e a quelli che ci sperano più o meno segretamente. "Tra la nostra proprietà e la loro c'è grande rispetto". A questo punto ci si attende da Bonucci quel salto di qualità che era stato promesso: il Milan ha bisogno del suo capitano al 100%. Sappiamo che le sconfitte fanno parte di un progetto di crescita, magari però non di queste dimensioni. Ecco perché quando mi hanno inquadrato in tribuna dopo il 4-0 avevo quell'espressione terribile (sorride, ndr). L'obiettivo è la zona Champions League, vogliamo conquistarla per poi crescere ancora e vincere.

Su Montella: "Non lo abbiamo mai messo in discussione e sarebbe rimasto anche senza la qualificazione all'Europa League". Non riuscirci, comunque, non sarebbe un dramma: ho presentato all'UEFA dei piani che non prevedono la nostra partecipazione alla Champions League. Se cresciamo come squadra daremo fastidio a chiunque. "Se da febbraio avremo un po' di fortuna nei sorteggi..." "Leo è un leader, ma anche lui deve ambientarsi".

"Siamo felici di Kalinic".

Fassone ha raccontato com'è nata e si è sviluppata la trattativa per portare Bonucci al Milan: "Mirabelli e Montella me ne parlarono a inizio luglio, mi sembrò impossibile, invece alla fine bastò mezz'ora" e sul mercato dell'anno prossimo haconcluso: "Nel 2018 faremo due-tre innesti per essere ancora più forti".

L'aspetto importante a questo punto è rassicurare il popolo rossonero su quello che potrebbe essere il futuro del club, anche in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi: "Ovvio che ci sia un piano economico che va di pari passo con quello sportivo".

L'attuale amministratore delegato del nuovo Milan cinese - con un passato anche alla Juventus e al Napoli - si è espresso così sulla lotta per un posto in Champions League: "Bianconeri e partenopei hanno qualcosa in più delle altre".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato