Sport

Milan, Montella: "Tristi per Conti, ho piena fiducia in Abate"

Milan, Montella:

Vincere aiuta a vincere, e anche se la vittoria è arrivata contro un avversario non molto forte dal punto di vista tecnico, può comunque servire ad innalzare il morale dell'ambiente rossonero, che dopo la sconfitta esterna in campionato contro la Lazio per quattro a uno, era calato notevolmente. Mentalmente è un ragazzo che non si ferma durante la partita.

Ha convinto non poco il 3-5-2 del Milan, l'innovazione tattica proposta da Vincenzo Montella contro l'Austria Vienna con risposte immediate e subito confortanti, dando ragione a chi da tempo promuoveva l'utilizzo di tale schema. Romagnoli è l'unico mancino e lo abbiamo aspettato per la difesa a tre, Rodriguez e Antonelli possono essere adattati.

"La verità l'avremo nel prossimo mese. Per arrivarci ci sono più maniera, mi piacerebbe vincere qualche partita sporca e questo mi darebbe convinzioni in più". "Deve accelerare il pensiero di giocata, perché in Italia ci sono meno spazi".

L'Udinese ha davanti una settimana impegnativa con tre partite in sette giorni e quindi probabilmente ci sarà la necessità di effettuare anche un po' di turn over.

L'altra punta d'attacco, Nikola Kalinic, ancora non ha ritrovato la forma fisica e mentale migliore, ma ha fatto capire di essere il partner migliore da affiancare ad Andrè Silva [VIDEO]. Stiamo lavorando su una costruzione a tre, che in parte avveniva anche l'anno scorso. "La squadra ieri non l'ho provata in campo, la formazione non l'ho provata". Ma a Milanello tiene banco l'infortunio di Conti, operato per la rottura del crociato: "Siamo ovviamente tristi e speriamo torni presto". Bonucci? La sua storia dimostra che è abile a giocare sia a 3 che a 4, dipende dalla squadra e dai compagni.

"Ci dispiace, ma in rosa abbiamo giocatori che possono giocare in quel ruolo".

L'anno scorso zero punti con l'Udinese. Siamo veramente all'inizio, abbiamo perso una partita e vinte due. "Se sta bene gioca, poi ci sono le scelte tecniche ma non mi preoccupa il suo percorso".

DOPPIONI - "Ci sono calciatori che possono permettermi di cambiare sistema di gioco o mettere caratteristiche diverse".

Su Calhanoglou: "Deve continuare a lavorare così: ha grande talento e tanta disponibilità". Il giocatore croato gioca per la squadra, si sacrifica anche a centrocampo quando la partita si fa ostica, e siamo sicuri che nei momenti di bisogno riuscirà a trovare la via del Gol in tantissime situazioni, dando un'ulteriore mano a tutta la squadra.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato