Esteri

Noemi, il fidanzato: "L'ho uccisa perché voleva sterminare la mia famiglia"

Noemi, il fidanzato:

Poi è andato a casa e il padre ha visto la situazione e ha detto 'ci penso io'. E anche la ex moglie, mamma di Noemi, attacca: "Sono tutti complici". È l'ennesimo atto di quella 'guerra' che le due famiglie combattevano già prima del tragico epilogo della relazione tra i due ragazzini.

"Meglio che ci sia stato un morto che tre", ha affermato la madre dell'assassino di Noemi dopo aver letto la lettera del figlio in cui dichiarava che la ragazza avrebbe voluto sterminarli. Sulla questione è intervenuto il ministro della Giustizia Andrea Orlando che ha parlato di possibili "abnormità nella condotta dei magistrati", dopo che giovedì aveva inviato gli ispettori per accertamenti preliminari. In base al primo esame radiologico effettuato dal medico legale, la 16enne non è morta a causa di un colpo di pietra alla testa. Non sono stati riscontrati, infatti, segni di fratture scheletriche.

Nella sua Fiat 500, che Lucio guidava la notte del delitto pur non avendo la patente, sono state rinvenute tracce di sangue, sfuggite al frettoloso lavaggio del veicolo. In particolare, la famiglia Durini aveva denunciato L.M. per maltrattamenti mostrando il referto di un ospedale che aveva diagnosticato 3-4 giorni di prognosi per uno schiaffo ricevuto da lui. Mentre tentava di avvicinarsi all'abitazione, il papà di Noemi si è rivolto urlando, più volte, contro il padre del 17enne: "Me l'ha uccisa, vieni fuori bastardo". Ovviamente gli investigatori prenderanno nota di questa dichiarazione da parte del giovane e provvederanno a verificarne la versione. Mia figlia, grazie a lui che non la poteva vedere, perché suo figlio doveva diventare il secondo delinquente come lei. Io gli ho risposto: "'Se hai le palle ci devi andare da solo'", cosa che poi il minorenne ha fatto. Il padre di Noemi Durini, la 16enne uccisa nel Leccese dal fidanzato di 17 anni, reo confesso dell'omicidio, stando a quanto raccontato d alla trasmissione Mediaset "Quarto Grado" si sarebbe recato a casa dei genitori del ragazzo e sarebbe stato allontanato dai carabinieri. Sulla questione, giovedì, la tv locale Telerama ha raccolto la versione dei sindaci dei paesi di origine dei giovani, Alessano e Specchia. L'aveva detto alle amiche, l'aveva scritto sui social network, sua madre Imma l'aveva capito e aveva cercato in tutti i modi di tenere sua figlia lontana da quel fidanzato che lei considerava "un poco di buono".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato