Esteri

Omicidio Noemi, bottiglie molotov contro l'abitazione del 17enne reo confesso

Un episodio che conferma il clima teso dopo la scoperta dell'assassinio e il ritrovamento del cadavere della 16enne. Nella notte bombe molotov sono state lanciate contro l'abitazione dei genitori di L.M. Ora sono in corso indagini sull'accaduto da parte dei carabinieri di Alessano, che hanno effettuato un sopralluogo e hanno raccolto residue delle bottiglie incendiarie. Al vaglio dei militari dell'Arma, potrebbero poi finire i nastri di eventuali telecamere installate in zona. Ignoti hanno lanciato tre bottiglie piene di benzina sul terrazzino della villetta. In questi giorni, i genitori dell'omicida reo confesso sono rimasti sempre a casa con le finestre chiuse e le serrande abbassate. Per fortuna, non si sono avuti danni importanti alla casa e soprattutto alle persone.

Oggi la decisione sulla convalida del fermo. Al momento del grave gesto intimidatorio, in casa c'erano infatti i familiari del 17enne. Sul posto, sono intervenuti prontamente i carabinieri della stazione di Alessano i quali hanno provveduto a recuperare e a porre sotto sequestro tutto il materiale incendiario rimasto all'interno della proprietà privata.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato