Intrattenimento

Selfie della discordia: al fotografo il copyright sancito con una sentenza

La maggior parte dei giuristi, in realtà, ritiene che, in base alle leggi vigenti, il diritto d'autore possa appartenere solo agli esseri umani e non agli animali. Il contenzioso si è concluso con la vittoria di David Slater che ha ottenuto i diritti dell'immagine - scattata dalla stessa scimmia in una giungla indonesiana nel 2011 - che ritrae il grosso macaco sorridente. Il fotografo è il detentore dei diritti d'autore e verserà all'organizzazione non-profit il 25% degli introiti. Slater decise di usarla come se fosse stata sua, la pubblicò nel suo libro Wildlife Personalities e la vendette a siti e giornali in tutto il mondo.

Nel 2015 gli animalisti della Peta hanno deciso di prendere le difese del macaco, intentando una causa legale contro il fotografo e la Blurb, la casa editrice che aveva pubblicato lo scatto. Slater e il suo avvocato non hanno fatto commenti, ma a luglio scorso il fotografo aveva detto al Guardian che non poteva permettersi di volare dall'Inghilterra alla California per gli appelli, che non poteva permettersi un'auto e stava pensando di fare l'allenatore di tennis o il dog sitter per trovare nuove fonti di reddito. Non c'è stato nessun accordo invece sull'identità del macaco che ha scattato la foto: secondo la PETA è un maschio di sei anni di nome Naruto, secondo Slater è una femmina di un'età diversa.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato