Salute

Statale di Milano. Non ci sarà il numero chiuso alle facoltà umanistiche

Statale di Milano. Non ci sarà il numero chiuso alle facoltà umanistiche”

A comunicarlo è stata l'Università di Milano in una nota diramata nel pomeriggio che considera prioritario l'avvio corretto delle lezioni: "e volendo porre fine al clima di incertezza creatosi all'indomani della sentenza del Tar, la Statale di Milano ha deciso di rinunciare al ricorso al Consiglio di Stato, rimandando al giudizio di merito la difesa delle proprie posizioni". Il ricorso, con procedura urgente, era stato avviato dal rettore dell'ateneo, Gianluca Vago, che non aveva perso tempo. Non ci sarà il numero chiuso alle facoltà umanistiche Da venerdì aperte le immatricolazioni per Filosofia, Lettere, Scienze dei Beni culturali, lingue e letterature straniere, Storia, Scienze umane dell'ambiente, del territorio e del paesaggio.

Il motivo è presto spiegato: non ci sono i tempi. "È una vittoria, su tutta la linea, dell'Unione degli Universitari, dell'UdU Milano e dello studio Bonetti Delia e di tutti gli studenti in attesa d'immatricolarsi", è quanto afferma in una nota Carlo Dovico, Coordinatore metropolitano Udu Milano. Per chi aveva versato il contributo per la domanda di ammissione ai test, arriverà il rimborso della somma. Se la legge dello Stato chiedeva il contingentamento solo per i corsi con i laboratori, la legge 240 del 2010 ha poi introdotto la necessità di garantire un'adeguato standard anche negli altri corsi, seguita poi da altri decreti del 2016 che darebbero la possibilità al Miur di intervenire nelle situazioni disagiate. Il numero chiuso secondo il sindacato degli studenti "va superato", in tutte le facoltà.

Soddisfatti gli studenti, i quali hanno già annunciato che non si fermeranno qua ma continueranno a battersi perché il numero chiuso venga definitivamente abbattuto, garantendo libero accesso all'istruzione universitaria a tutti quelli che ne faranno richiesta.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato