Esteri

Addio al mito delle impronte digitali: "Non sono uniche"

Addio al mito delle impronte digitali:

Il professore di statistica Joseph Kadane, che ha partecipato alla stesura del rapporto, segnala: "L'analisi delle impronte digitali è uno dei metodi forensi più utilizzati per l'identificazione".

Le impronte digitali non sono uniche: quella che era praticamente l'unica prova oltre ogni ragionevole dubbio nei casi giudiziari adesso viene completamente messa in discussione modificando probabilmente il futuro della scienza forense.

E' necessario, dunque, compiere ulteriori studi per migliorare i metodi di analisi delle impronte digitali ed evitare errori. Sempre lo studio, insiste nel ricordare che a oggi non ci sono sufficienti prove scientifiche per poter affermare che ogni individuo ha impronte digitali uniche.

Nel documento si legge che le tecniche per analizzare le impronte digitali latenti, ossia le impronte invisibili lasciate sulle superfici dai polpastrelli, non rivelano un metodo univoco per associare un corredo di impronte a una persona e non ci sono dati sufficienti per sapere quante persone possano disporre di impronte simili tra loro.

Le impronte digitali potrebbero non essere più considerate il metodo per distinguere univocamente gli individui.

Il rapporto ha evidenziato che chi è ben addestrato nel riconoscimento delle impronte riesce ad associarne una, ritrovata sulla scena di un crimine, con impronte digitali già note, ma sottolinea come il procedimento possa essere alterato perché "gli esperti sapevano di essere sotto osservazione".

In linea di principio, ha aggiunto, "i sistemi che le analizzano servono a identificare la persona che ha lasciato il suo segno sulla scena del crimine", ma l'esame delle tecniche per analizzare le impronte digitali nascoste, dimostra che "non esiste un metodo scientifico per stimare il numero di persone che condividono le caratteristiche di una impronta digitale, e inoltre non si può escludere l'errore umano durante il confronto". "Per rivelarle - aggiunge - bisogna evidenziarle, e per farlo si usano vari metodi: di solito si usa cospargere la superficie con polveri di argento o alluminio, che creano una reazione chimica che mette in evidenza l'impronta".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato