Esteri

Brexit, Barnier: ancora nessun vero progresso, si discute costi Londra

Brexit, Barnier: ancora nessun vero progresso, si discute costi Londra”

"Sui diritti dei cittadini restano distanze su questioni non secondarie, e per risolvere la delicatissima questione irlandese "c" e' ancora molto lavoro da fare". E' il finale amaro dell'iniziativa della giovane attivista Madeleina Kay, che oggi voleva presenziare, vestita da supereroina, alla conferenza stampa che ha chiuso il quinto round di negoziati tra l'Unione europea e il Regno Unito. E' in questo contesto che i due negoziatori, per la prima volta in pubblico insieme, hanno evocato la possibilità di un mancato accordo, anche se May ne aveva già parlato negli scorsi giorni a Londra. Il problema principale sarebbe il conto che Londra dovrebbe pagare per la fuoriuscita. Davis ha spiegato che è "dovere" del governo britannico prepararsi "a un'alternativa".

Eloquenti le parole di Michael Barnier, il capo negoziatore europeo, in conferenza stampa: "Non ci sono ancora sufficienti progressi sulle questioni create dall'uscita della Gran Bretagna dall'Unione, per cui non potrò proporre al summit dei capi di governo della settimana prossima di iniziare a discutere della futura relazione con Londra".

"Le difficolta' riguardano soprattutto l" accordo finanziario, dove lo stallo e' totale: "Nel suo discorso di Firenze - ha ricordato Barnier - Theresa May ha affermato che il Regno Unito avrebbe onorato gli impegni presi da membro dell" Ue, cosa che e' un impegno importante. Davis ha ribadito quanto detto dal primo ministro Theresa May, cioe' che la Gran Bretagna si sta preparando anche per uno scenario senza alcun accordo con Bruxelles.

Sottolineando che da giugno sono stati fatti "progressi significativi", Davis ha lanciato un esplicito appello affinche' i leader dell'Ue a 27 la prossima settimana decidano di ampliare il mandato del capo-negoziatore Ue per includere le relazioni future e il periodo transitorio. Questa la risposta di Barnier: "Un mancato accordo sara' un pessimo accordo, ma per parte nostra saremo pronti ad affrontare ogni evenienza".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato