Esteri

Forza Nuova non demorde: la marcia su Roma sarà all'Eur

Forza Nuova non demorde: la marcia su Roma sarà all'Eur”

Lo dice all'agenzia Askanews il leader di Forza Nuova Roberto Fiore, commentando le parole del ministro dell'Interno che ha comunicato di aver "già dato indicazioni al Questore di Roma di non concedere l'autorizzazione per la manifestazione promossa da Forza Nuova a Roma il prossimo 28 ottobre". Nel post - dove viene indicata la fermata metro B "Eur Palasport" e pubblicata un'immagine del Palazzo della Civiltà Italiana, la gigantesca opera realizzata durante il Ventennio per l'esposizione universale del 1942 - si raccomanda ai militanti di "tutte le sezioni forzanoviste di giungere nel luogo indicato alle ore 14".

"Purtroppo apprendiamo che Forza nuova starebbe continuando a promuovere ed organizzare una indecente, anacronistica e simbolicamente inaccettabile marcia su Roma".

Forza Nuova non molla la presa, nonostante il no del Viminale e l'autorizzazione ancora non pervenuta dalla Questura di Roma. La Questura sta valutando la richiesta di un corteo all'Eur da parte di Forza Nuova alle ore 16 del 28 ottobre. Eppure, sempre su Facebook, il segretario di Forza Nuova Roberto Fiore afferma di aver "consegnato la comunicazione necessaria per l'autorizzazione, con un percorso 'romanissimo'".

La discussa manifestazione, al grido di "Tutto per la patria", era stata annunciata ai primi di settembre. Categorico anche il no della sindaca Virginia Raggi, che su Twitter aveva scritto: "La Marcia su Roma non può e non deve ripetersi", e del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, secondo cui "la Marcia su Roma fu una tragedia".

Con i dettagli della manifestazione sono arrivate anche nuove polemiche. L'aspetto più preoccupante è la data scelta provocatoriamente: il 28 ottobre, giorno della marcia su Roma, sappiamo bene cosa è significato.A ogni modo per quel giorno l'Anpi ha deciso una mobilitazione nazionale antifascista.

Ed è levata di scudi dell'Anpi, con il presidente romano dell'associazione dei partigiani che chiede di impedire la marcia: "Lo Stato intervenga, non si tratta di semplici boutade, ma di un piano eversivo che va sconfitto".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato