Esteri

Incendio in un capannone, rischio amianto: scuole chiuse

Incendio in un capannone, rischio amianto: scuole chiuse”

Tracce di contaminanti, tra cui ammoniaca e monossido di carbonio, inferiori ai livelli minimi di allarme: sono i risultati dei primi rilievi effettuati con l'utilizzo di fiale drager dalla squadra di tecnici di Arpa intervenuta a Trezzano sul Naviglio, nel Milanese, per l'incendio che ha colpito il capannone dismesso della ditta Scapa Gemeaz Alimentari in via Cellini.

Inizialmente, si è innalzata una nube di fumo grigio che ha bloccato il traffico degli automobilisti in transito sulle tangenziali attigue, causa scarsa visibilità. Intorno alle 8.30 le fiamme erano sotto controllo ma all'interno dei cinquemila metri quadrati c'erano ancora dei focolai: i vigili del fuoco stanno presidiando l'area con cinque mezzi. Nei fumi dell'incendio della struttura è stata rilevata la presenza di amianto e il Comune ha deciso la chiusura delle scuole. Inoltre, all'interno del capannone, erano presenti numerosi frigoriferi, e le fiamme hanno bruciato tutta la coibentazione di questi apparecchi. Gli esperti dell'Arpa sono al lavoro per analizzare la concentrazione di fibre di amianto che si sono sprigionate nell'aria.

Il sindaco di Trezzano sul Naviglio, Fabio Bottero, ha disposto nella tarda serata di ieri la chiusura delle scuole e comunicato ai residenti di tenere le chiuse porte e finestre di case e attività commerciali per le giornate di oggi e domani e la sospensione della raccolta e consumo dei prodotti ortofrutticoli coltivati. "Siamo ancora in una situazione di emergenza e non possiamo ignorare l'entità dell'incendio con la colonna di fumo nera che ha invaso il nostro territorio e i comuni limitrofi".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato