Finanza

Istat, ad agosto la disoccupazione scende all'11,2%

Istat, ad agosto la disoccupazione scende all'11,2%”

L'Istat registra per la disoccupazione giovanile una diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 2,2 punti rispetto al 2016.

Il tasso di disoccupazione nella fascia di età 15-24 anni, ovvero l'incidenza dei giovani disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca di lavoro, si porta al 35,1% dal 35,4% (rivisto da 35,5%) di luglio. E' la terza più elevata dopo Spagna (38,7%) e Grecia (43,3% dati di giugno). Lo rileva l'Istat, che segnala sul mese una crescita di un decimo di punto per il tasso di occupazione, giunto al 58,2%. Il tasso di inattività maschile rimane stabile al 24,6%, quello femminile scende al 44,0% (-0,1 punti percentuali). Sale dello 0,2% anche la stima degli occupati, che segna 36 mila unità in più rispetto al mese precedente. La crescita interessa uomini e donne e riguarda i lavoratori dipendenti (+417 mila, di cui +350 mila a termine e +66 mila permanenti), mentre calano gli indipendenti (-42 mila). Nello stesso periodo diminuiscono sia i disoccupati (-2,0%, -60 mila) sia, soprattutto, gli inattivi (-2,9%, -391 mila). Dopo la forte diminuzione del mese scorso, ad agosto la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni è ancora in lieve calo (-0,1%, pari a -9 mila). Il tasso di occupazione dei 15-24enni cresce di 0,1 punti, mentre quello di inattività cala di 0,1 punti. La crescita congiunturale dell'occupazione interessa tutte le classi di età ad eccezione dei 35-49enni ed è interamente dovuta alla componente femminile. Al netto dell'effetto della componente demografica tuttavia, su base annua cresce l'incidenza degli occupati sulla popolazione in tutte le classi di età.(ITALPRESS).



Сomo è

Ultimo




Raccomandato