Finanza

Nuova tassa sulla spesa: si pagheranno sacchetti per pesare la frutta

Nuova tassa sulla spesa: si pagheranno sacchetti per pesare la frutta”

Ebbene a partire dal 1 gennaio 2018, dovrete pagare anche quelli! Dal 1° gennaio anche i sacchetti di plastica che utilizziamo al supermercato per pesare i diversi prodotti i frutta e verdura dovranno essere biodegradabili (al 40%, poi la percentuale salirà) e compostabili.

Come già accade per i sacchetti della spesa più grandi, anche il costo delle nuove buste biodegradabili sarà a carico dei consumatori, ma il loro prezzo non è ancora stato quantificato con esattezza. Si tratta di una brutta sorpresa per gli italiani, che continuano a dover far fronte con la crisi economica.

La novità arriva dalla legge di conversione del decreto Mezzogiorno che ha avuto il via libera lo scorso agosto.

COSA NE PENSANO GLI ITALIANI - Quasi 6 italiani su 10 (il 58%) si dichiaranofavorevoli all'introduzione dei sacchetti in materiale biodegradabile e compostabile. 10 centesimi a sacchetto.

Ovviamente la questione pagamento è diversa: il 71% degli intervistati riflette sui costi e circa un terzo (29%) è assolutamente contrario a pagare i sacchetti della spesa. Le interviste, 1.000, sono state effettuate dal Cawi (Computer-Assisted Web Interview) su persone dai 18 ai 65 anni.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato