Esteri

Ophelia, la tempesta che diventa uragano: direzione Europa

Ophelia, la tempesta che diventa uragano: direzione Europa”

Ophelia è il decimo uragano della stagione Atlantica del 2017, ora si trova a circa 1.195 chilometri a sudovest delle Azzorre e procede verso l'Europa a una velocità di circa 5 chilometri l'ora, con venti che soffiano a un massimo di circa 135 chilometri orari. Un'allerta che riguarda, in particolar modo, le coste iberiche e quelle occidentali della Gran Bretagna, poste sulla linea di marcia di Ophelia. I suoi venti medi spirano a circa 95 km/h, ma le raffiche sono ancora maggiori: il raggio di questa tempesta è di circa 110 km e con il suo continuo potenziamente potrebbe raggiungere il rango di uragano già domani, giovedì 12 ottobre.

E' si desume da un avviso del National Hurricane Center di Miami, secondo il quale la tempesta, vista dal satellite, ha già l'aspetto di un uragano, pur non essendoci ancora diventata. Secondo quanto stabilito dagli esperti, nelle prossime ore potrebbe verificarsi un ulteriore rafforzamento, con conseguente estensione del fronte. Le terre emerse più a rischio, fra quelle europee, sono proprio le isole Azzorre, poste sulla rotta del ciclone ma, non dovesse decrescere in potenza, l'uragano potrebbe investire l'Irlanda e addirittura la Scozia. Poi nelle prime ore di venerdì è molto probabile che Ophelia viri con decisione verso più alte latitudini e muovendosi più speditamente verso nordest cominci ad avvicinarsi alla Penisola Iberica, sempre mantenendo l'intensità di un uragano di categoria 1.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato