Esteri

Ribaltone a Palazzo Carafa, il Tar dà ragione al centrodestra

Ribaltone a Palazzo Carafa, il Tar dà ragione al centrodestra”

LECCE- Il Tar di Lecce, riunitosi oggi, rimette in discussione la maggioranza consiliare attribuita alla coalizione a sostegno di Carlo Salvemini, accogliendo il ricorso presentato da sei esponenti del centrodestra. Le motivazioni della sentenza della Prima sezione (presieduta dallo stesso presidente del Tar Antonio Pasca) saranno spiegate in successiva motivazione, che servirà agli esclusi del centrosinistra per presentare a loro volta ricorso al Consiglio di Stato. Cambieranno quindi gli equilibri in consiglio, con 17 consiglieri al centrodestra.

In seconda battuta la parola è passata a Luciano Ancora che con Giovanni Garrisi e Daniele Montinaro ha rappresentato Mauro Giliberti, Paolo Perrone (consiglieri eletti) e Roberto Marti (deputato).

Qualsiasi sia il verdetto, è quasi certo che la faccenda approderà poi al Consiglio di Stato per il successivo grado di giudizio.

La commissione elettorale aveva invece ritenuto di dare un'interpretazione più ampia della legge, conteggiando le proporzioni su entrambi i turni elettorali e attribuendo così la maggioranza alla coalizione di Salvemini. Ci complimentiamo con i nostri avvocati che hanno saputo ben rappresentare la volontà popolare, più che le nostre singole e legittime posizioni. "Nei prossimi giorni il centrodestra leccese si riunirà per convocare gli stati generali della coalizione e prendere decisioni unitarie sul comportamento da tenere in aula". Per diversi anni abbiamo lavorato a un percorso politico e amministrativo che ha cambiato il volto di questa città e l'ha indubbiamente migliorata.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato