Esteri

Riforma Invalsi alle Medie ed elementari: ecco cosa cambia

Riforma Invalsi alle Medie ed elementari: ecco cosa cambia”

Esame di Terza Media 2017-2018: il MIUR ha firmato il decreto contenente le nuove regole e presto invierà una circolare informativa a tutte le scuole italiane.

All'esame 2018 di Terza Media si testeranno le competenze di una sola lingua straniera divisa però in due parti.

I voti in decimi dovranno essere accompagnati da una descrizione sintetica dei processo e del livello dell'apprendimento. I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti.

Importante è anche il monte di ore annuale di frequentazione per l'ammissione agli esami della terza media: bisognerà aver conseguito almeno tre quarti di esso, non aver ricevuto sanzioni disciplinari che comportano la non ammissione all'esame, e aver partecipato alle prove Invalsi.

Abrogata, invece, la norma che sancisce la non ammissione all'esame con una valutazione del comportamento inferiore a 6 su 10.

Fino allo scorso anno, infatti, le Prove Invalsi erano una delle prove da sostenere durante l'Esame di Stato I ciclo.

Quest'anno all'Esame di Terza Media cambia tutto (e lo sapevamo già!) ma finalmente è arrivato il momento di capire con esattezza come (e se davvero diremo addio alle Invalsi!). E allora proviamo a scoprire nel dettaglio cosa cambia per gli studenti, dopo avervi fornito qualche anticipazione: innanzitutto, come riportato da Tgcom24, vengono messe al centro l'intero processo formativo e i risultati di apprendimento per dare valore al percorso.

La prova di italiano valuterà la padronanza della lingua, la capacità di espressione personale e la capacità di esprimere il pensiero in forma organica e coerente. Il testo da analizzare potrà essere letterario, divulgativo o scientifico.

La prova di matematica sarà volta a valutare la capacità di rielaborare e organizzare le conoscenze, le abilità e le competenze acquisite dagli studenti nelle aree di numeri, spazio e figure, relazioni e funzioni, dati e previsioni. Ci saranno problemi e domande a riposta aperta di teoria, potranno infatti rientrare tra i quesiti anche quiz inerenti al metodo di analisi o alle rappresentazioni di dati. Un test sulle competenze di comprensione e produzione scritta di livello A2 del Quadro comune europeo di riferimento per l'Inglese e A1 per la seconda lingua comunitaria.

In questa prova gli studenti potrebbero dover svolgere questionari di comprensione del testo a risposta chiusa o aperta oppure completare un testo in cui siano state omesse parole o gruppi di parole, ma anche nell'elaborazione di un dialogo oppure nel riordino e riscrittura o trasformazione di un testo o nella scrittura di una mail o una lettera personale su traccia. Il colloquio verterà sulla competenza nell'argomentazione e nel pensiero critico dello studente, nonché sulla sua capacità di collegamento tra le varie discipline.

Il voto finale sarà deciso in base alla media fra il voto di ammissione e la media dei voti delle prove scritte e del colloquio.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato