Scienza

Yahoo! sta peggio del previsto: a rischio tutti gli account

Yahoo! sta peggio del previsto: a rischio tutti gli account”

Il cyberattacco che ha colpito Yahoo nel 2013 ha messo a rischio i dati di tutti i suoi clienti, ovvero tre miliardi di persone. Yahoo aveva confermato lo scorso dicembre di aver subito un ulteriore attacco informatico precedente e più grave di quello reso pubblico a settembre 2016 e che aveva rischiato di compromettere il suo acquisto da parte di Verizon. Nel 2014, invece, un secondo attacco aveva colpito "solamente" 500 milioni di account. Yahoo sottolinea di stare continuando a lavorare con le forze dell'ordine ma non ha fatto nessuna esplicita richiesta agli utenti di effettuare alcun cambio delle password, forse anche perché a distanza di circa 4 anni è sostanzialmente inutile. L'azienda ha spiegato che le nuove informazioni sono emerse in seguito a un'indagine condotta con l'assistenza di esperti forensi esterni alla società.

I dati sensibili che potrebbero essere stati sottratti sono: nomi, indirizzi e-mail, numeri di telefono, date di nascita, password codificate e persino domande di sicurezza per l'identificazione.

Come precauzione, Yahoo sta notificando agli altri 2 miliardi di utenti non inizialmente avvisati del fatto che anche loro sono stati colpiti dall'hack. Lo rivela Verizon, il gruppo che ora possiede Yahoo, sottolineando come la piu' grande operazione di hackeraggio di tutti i tempi ha assunto delle dimensioni ancor piu' enormi di quanto gia' non si sapesse. L'azienda segnalò tempestivamente che informazioni quali dati bancari e numeri di carta di credito non fossero parte dell'hack e che quindi - almeno sotto questo punto di vista - si potesse dormire sonni tranquilli.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato