Finanza

Alitalia: piano Lufthansa con 2mila esuberi e risorse per 250 mln

Alitalia: piano Lufthansa con 2mila esuberi e risorse per 250 mln”

Il "punto chiave, come hanno detto i commissari e il governo, resta quello occupazionale", cioè "meno tagli ci saranno e più il piano potrà decollare".

Secondo i progetti di Lufthansa, Alitalia potrebbe riprendere quota con non più di 6mila dipendenti.

Secondo quanto scritto dal 'Messaggero', il vettore tedesco sarebbe disposto ad alzare la proposta fino a 500 milioni. Al netto dei servizi di terra gli esuberi non dovrebbero superare le 2mila unità. "E che il lavoro, giudicato prezioso dei commissari, continui a ridurre i costi e ad aumentare la redditività". Alitalia rientra perfettamente in questa strategia e sarebbe un altro bel bocconcino per la compagnia tedesca, che sta cercando di ingrandirsi per stritolare la storica rivale Air France-Klm.

"Com'è possibile che tuttora manchi l'assunzione di responsabilità politica nel prendere atto che la situazione di Alitalia è mutata e che l'interesse del Paese è quello di smettere di regalare agli altri, da Ryanair alle Major europee, un settore da 164 milioni di passeggeri e quasi 30 miliardi di valore di cui solo il 15% alle aziende nostrane, (dati 2016), fermando una vendita sempre più ingiustificata e che mette a rischio migliaia di posti di lavoro?". Gli americani, infatti, vorrebbero acquisire Alitalia per poi rivenderla a pezzi, senza dare nessuna garanzia occupazionale futura ai suoi dipendenti. Anche la proposta Easyjet appare debole, in attesa che il vettore cerchi alleanze.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato