Esteri

Assegno sociale per dieci anni, ma dal 1957 risiede all'estero: denunciato

Il responsabile è stato scovato dalla Guardia di Finanza di Gallipoli e denunciato per truffa aggravata ai danni dello Stato e falso ideologico.

Godeva di un assegno sociale erogato dall'Inps dal 2007, ma di fatto vive a Montevideo, capitale dell'Uruguay, dagli anni '50.

L'anziano fingeva di vivere nel suo paese di origine da dieci anni.

La condizione di residenza, effettiva e abituale in Italia, è però indispensabile per l'ottenimento della prestazione sociale, riservata per legge ai cittadini italiani, comunitari (iscritti all'anagrafe comunale), extracomunitari (titolari di permesso di soggiorno di lungo periodo), rifugiati politici ed apolidi (con permesso di soggiorno) che abbiano compiuto 65 anni. L'uomo nel 2007, durante un periodo di vacanza in Italia, si è iscritto nelle liste anagrafiche del Comune di Racale e ha presentato all'Inps la domanda per l'ottenimento dell'assegno sociale, dichiarando falsamente di risiedere stabilmente in Italia, con un reddito del nucleo familiare pari a zero.

E pare siano state proprio le tracce lasciate dalle operazioni in uscita, tutte a Montevideo, a mettere la Guardia di Finanza sulle orme dell'anziano salentino emigrato in Sudamerica.

L'intervento dei militari ha determinato l'immediata sospensione dell'erogazione dell'assegno sociale da parte dell'Inps, nonchè l'avvio delle procedure di recupero delle somme indebitamente percepite.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato