Esteri

Corruzione: M5S, ora difendiamo legge whistleblowing da ritorno Fi

Corruzione: M5S, ora difendiamo legge whistleblowing da ritorno Fi”

Il Governo Monti fece un primo passo, poi dal 2013 prima il Movimento 5 Stelle (in particolare la deputata Businarolo) poi il Partito Democratico si sono interessati al tema, fino ad arrivare all'approvazione della legge - spiega Fraschini -. "Da oggi chi denuncia corruzione e malversazioni all'interno della pubblica amministrazione e del settore privato sarà pienamente tutelato".

Via libera definitivo dell'Aula della Camera alla legge sul whistleblowing. Un traguardo di civiltà condiviso anche dall'Autorità Nazionale Anticorruzione. La norma è passata ad ampia maggioranza, con 357 Sì (PD-M5s-Lega Nord) e 46 no (Forza Italia), mentre gli astenuti sono stati 15. L'identità del segnalante non può essere rivelata. Francesca Businarolo (Movimento 5 Stelle), che introduce anche in Italia le tutele per i whistleblower, ovvero chi segnala illeciti sul posto di lavoro.

I Cinquestelle hanno rilanciato in Parlamento una proposta di Riparte il futuro, l'organizzazione non-profit che si batte contro la corruzione. La corruzione è la principale piaga del nostro Paese e finalmente abbiamo un'arma in più per sconfiggerla.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato