Esteri

Detenuto era in permesso premio ma assaltava uffici postali e supermarket

I tre a bordo di una Smart di prorprietà di un conoscente hanno tentato prima di rapinare l'ufficio postale di Monreale.

Insoddisfatti dalla mancata riuscita del colpo, gli stessi rapinatori si sarebbero recati in un supermercato in via Beato Angelico a Palermo, riuscendo questa volta a portare via l'intero incasso.

Dalla visione delle immagini di alcune telecamere installate sull'itinerario percorso dall'autovettura utilizzata dai malviventi e anche grazie alle testimonianze di alcuni cittadini che si trovavano nei pressi dell'ufficio postale di Monreale, i militari dell'Arma sono riusciti a risalire al proprietario dell'auto che è indagato per favoreggiamento. Milazzo era in permesso premio: stava scontando una pena in carcere per reati dello stesso genere. Qui la rapina è stata sventata un carabinieri che si trovava nell'agenzia con la moglie e la figlia minorenne. A guidare la Smart, trovata smontata dopo qualche giorno era Francesco Quartararo detto lo "Sciacallino".

Le perquisizioni delegate dall'A.G. hanno consentito, infine, di rinvenire e sequestrare gli indumenti utilizzati durante le rapine, nonché i telefoni cellulari dei rei e una pistola giocattolo, verosimilmente utilizzata per mettere a segno i colpi.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato