Sport

DIRETTA Italia, Malagò: "Tavecchio dimettiti, Ventura un errore" 896 14-11

DIRETTA Italia, Malagò:

Sul futuro dell'Italia, si attendono novità importanti dalla conferenza stampa odierna cui prenderanno parte il presidente del Coni Giovanni Malagò, il ministro dello Sport Luca Lotti e il direttore generale della Figc Michele Uva. "Tavecchio è padrone di assumersi le sue responsabilità, ma se fossi Tavecchio mi dimetterei". Ci sono altri leader politici che si sono buttati come sciacalli su questa vicenda a cominciare da Salvini che ha dato la colpa all'immigrazione.

Il numero uno dello sport italiano poi ha continuato parlando delle dimissioni di Ventura: "Non ha il rinnovo, nella sostanza cambia poco se si dimette oggi o tra 20 giorni". Il ruolo di Ventura era legato anche a Lippi, cosa che non si è poi concretizzata.

"Ora servono 48 ore di riflessione", filtra dalla Federcalcio, una pausa che va da Tavecchio in giù: "Siamo profondamente amareggiati e delusi per la mancata qualificazione al Mondiale - commenta il presidente - è un insuccesso sportivo che necessita una soluzione condivisa e per questo ho convocato domani una riunione con tutte le componenti federali per fare un'analisi approfondita e decidere le scelte future". "Non si può avere una famiglia - sottolinea - se non hai una casa". La sfera delle competenze e delle responsabilità oggettive, per Malagò però è sotto gli occhi di tutti.

Da ieri sera ho scritto e ho letto di tutto, in un viaggio molto casuale (o a casaccio) tra considerazioni più o meno condivisibili e veri e propri assalti frontali a Ventura e Tavecchio, alcuni, mi pare, anche di carattere umano e personale.

Infine un pensiero per Buffon: "Vorrei ringraziare Gigi perché ieri ci ha messo la faccia". Il suo grido di dolore non era solo per il fatto di non essere il primo giocatore della storia a disputare sei Mondiali, ma sentiva il peso della sconfitta per i giovani e per tutto il Paese. "Con lui ringrazio tutta quella generazione di calciatori che ci hanno dato grandi soddisfazioni". "Ci sono stati investimenti, attenzione e interesse al mondo del calcio femminile, ma anche lì l'Italia manca da sempre a una grande manifestazione". Deve guardarsi allo specchio, deve valutare la situazione.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato