Finanza

Equo compenso per tutti: avvocati e professionisti

Equo compenso per tutti: avvocati e professionisti”

"Con l'emendamento e le sue riformulazioni governative approvate stanotte in Commissione Bilancio al Senato il principio del riconoscimento dell'equo compenso per tutte le professioni entra nel testo del dl fiscale che verrà approvato definitivamente entro fine anno" ha proseguito Orlando. Sotto il primo profilo, prevedere una misura solo per gli avvocati rischia di creare un'ingiustificata disparità di trattamento che potrebbe configurare una violazione del principio costituzionale di uguaglianza tra gli esercenti le professioni protette.

Ma alla luce del ritiro dell'emendamento che fissava l'equo compenso per i soli avvocati al fine di riproporlo esteso a tutti i professionisti, non solo a quanti appartengono a un Ordine - la nuova formulazione dovrebbe tirare dentro, anche se non pienamente, la Pubblica Amministrazione - la domanda è se l'evento del 30 novembre avrà luogo e in che termini. L'approvazione dell'equo compenso nasce come esigenza di riconoscere il giusto corrispettivo a un lavoratore che presta la sua attività, in particolare quando lo fa in favore dello Stato.

L'equo compenso, infatti, si configura come garanzia di corretta concorrenza che abbia come riferimento principale la qualità della prestazione. "Lo dobbiamo ai professionisti italiani".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato