Salute

Niente pausa sigaretta? Sei giorni di ferie in più

Niente pausa sigaretta? Sei giorni di ferie in più”

Pausa sigaretta? Per molti è sacrosanta. Lavorano addirittura qualche giorno in meno, in un anno, se per ogni sigaretta impiegano ben 15 minuti. Tuttavia, non lascia la propria postazione. Chi non fuma, quindi, ha scritto una mail al capo: "Noi lavoriamo di più perché non facciamo pause". È l'idea che ha avuto una azienda giapponese che in questi giorni sta facendo molto parlare di sé. Gli uffici della Piala si trovano al 29esimo piano di un grattacielo, a Tokyo.

"Spero di incoraggiare i dipendenti a smetter di fumare attraverso incentivi a farlo più che penalizzazioni o restrizioni", ha detto il numero uno Takao Asuka al Telegraph - Quattro dipendenti hanno già colto la palla al balzo per smettere di fumare, mentre a sfruttare le vacanze extra (fissate nel mese di settembre) sono stati 30 lavoratori su un totale di 120". La lamentela del dipendente è giunta direttamente al ceo dell'azienda che, anziché prendere provvedimenti nei confronti dei fumatori, ha deciso di premiare i lavoratori più salutisti con 6 giorni di congedo extra pagato.

Il Giappone è considerato un paradiso per i fumatori, al punto che in alcuni locali pubblici non è vietato fumare.Da poco la catena di negozi Lawson Inc. ha messo al bando le sigarette nei suoi locali, con l'obiettivo di ridurre dal 33% al 10% i propri dipendenti fumatori. In quei beati giorni, potrete tirare tutto il fiato che volete e farvi finalmente invidiare dai colleghi che sono a lavorare in attesa dell'agognata pausa sigaretta. Non a caso, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha inserito il Giappone in cima alla lista dei Paesi che combatte più fortemente questo vizio.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato