Salute

Sarri: "Partita tatticamente straordinaria, ci è mancato il guizzo"

Sarri:

Il pareggio contro il Chievo Verona ha lasciato l'amaro in bocca a tutto l'ambiente azzurro, soprattutto a Maurizio Sarri e la squadra. Il tecnico toscano ha commentato la prestazione dei suoi ragazzi a fine gara: "Non sono arrabbiato". Siamo arrivati a questa gara con un pizzico di brillantezza in meno, senza riuscire a saltare l'uomo e senza un guizzo individuale contro una squadra chiusa che ha fatto ostruzionismo, sempre coi massaggiatori in campo, e non è un bel servizio al calcio italiano! Le sue dichiarazioni sono state raccolte e sintetizzate da Napolisoccer.Net: "Il Chievo non ci ha mai messo in difficoltà". Siamo stati ordinati, corti e non abbiamo concesso occasioni al Chievo.

Non è mancata qualche parola sul difensore portoghese, chiamato a sostituire l'infortunato Ghoulam: "Ha fatto abbastanza bene".

"Hamsik fuori forma? E' in crescita, ma non è ancora l'Hamsik del girone di ritorno dello scorso anno; adesso è nella giusta direzione, ma il problema oggi è che gli attaccanti hanno fatto fatica a fare quel che sanno fare, cosa che ha vanificato la mole di gioco che abbiamo sviluppato". Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto per Maurizio Sarri? Siamo stati bravi a non concedere nulla alle ripartenza avversarie. "Anche Milik avrebbe potuto darci il suo contributo ma non è il caso di piangersi addosso". "Fino al girone di andata dello scorso anno eravamo una squadra che se non giocava al 100% non vinceva le partite - prosegue Sarri -, in questo stiamo crescendo". Ci sarebbe il passo ulteriore, di vincere le partite dove non siamo brillantissimi. Probabilmente, in questo momento, l'assenza di due giocatori fisici come Milik e Ghoulam ci può pesare in queste partite. Loro hanno fatto quello che dovevano, ma c'è chi non doveva consentirlo.

Quanto ha influito, sulla testa e sul fisico, la gara con gli inglesi? "Le partite contro il City, per caratteristiche sia nostre che loro, portano a tanta corsa, il 15% più del solito, accelerazioni quasi del 30% in più".

Nel prossimo mese il Napoli dovrà giocare in campionato contro Milan e Juventus, mentre in Champions League ha soltanto due partite per cercare di qualificarsi agli ottavi come seconda, visto che ora è terza a ben sei punti di distanza dallo Shakhtar, contro cui si giocherà la qualificazione il prossimo 21 novembre.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato