Finanza

Uber sconfitta in Gran Bretagna, "assicuri diritti autisti"

Uber sconfitta in Gran Bretagna,

Uber dovrà assicurare ai suoi autisti i diritti previsti per i lavoratori dipendenti.

Quanto deciso dal Tribunale d'appello del Lavoro di Londra rischia di mettere in serissima crisi il modello economico di Uber, che prevede che chi guida le sue auto sia da considerarsi un lavoratore autonomo.

La sentenza avversa si aggiunge ad un'altra situazione delicata per Uber, sempre in Gran Bretagna: l'Autorità dei Trasporti di Londra non le ha infatti rinnovato la licenza ad operare all'interno del territorio metropolitano, portando a pretesto la mancanza di trasparenza e gli scarsi controlli sugli autisti.

Prima sconfitta in tribunale per Uber. Uber contesta la sentenza. "Il motivo principale per cui gli autisti utilizzano Uber - si legge ancora - è che la nostra app dà loro la libertà di scegliere se, quando e dove effettueranno il loro servizio, motivo per cui abbiamo intenzione di andare in appello".

"Il tribunale - prosegue - rivendica il fatto che agli autisti viene richiesto di accettare l'80% delle corse una volta effettuato l'accesso all'app". Gli autisti che utilizzano Uber sanno che questo non è mai successo nel Regno Unito. Per il direttore generale nel corso degli ultimi anni la società ha migliorato la sua applicazione "per garantire agli autisti un maggior controllo" e "investito in coperture assicurative per malattia o infortunio".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato