Salute

Una nuova pelle generata in laboratorio per il "bimbo farfalla"

Una nuova pelle generata in laboratorio per il

I primi test sono cominciati in Austria, a Salisburgo, su gruppi di persone di diverse età, colpite da forme di epidermolisi bollosa diverse da quella per cui ha avuto il trapianto il bambino farfalla.

Chi soffre di epidermolisi bollosa, detta anche 'sindrome del bambino farfalla', potrebbe un giorno avere una cura grazie alla pelle geneticamente modificata e realizzata in Italia: la terapia genica potrebbe rivelarsi una soluzione a questa condizione tanto debilitante per la vita dei pazienti.

L'intervento, pubblicato sulla rivista Nature, è avvenuto in Germania, nell'Università della Ruhr a Bochum, con la pelle rigenerata in Italia dal gruppo di Michele De Luca, del dipartimento di Medicina rigenerativa 'Stefano Ferrarì dell'università di Modena e Reggio Emilia.

Si è trattato, come scrive Il Corriere della Sera, del primo intervento salvavita di terapia genica con cellule staminali epidermiche geneticamente corrette. Il lavoro è stato davvero complesso: Hassan è stato sottoposto a morfina e coma farmacologico per poter placare il dolore ma la sua pelle è stata ricostruita per intero - sana e perfettamente funzionale - per poi essere reimpiantata attraverso 3 complesse operazioni. Perché non posso giocare a pallone?'. "La sua pelle è stabile e ha già avuto più cicli di rinnovamento". "Per noi è come un sogno", ha testimoniato il padre del bambino. Le cellule erano state prelevate da un'area del corpo del bambino nella quale non c'erano le vesciche tipiche della malattia.

L'intervento eseguito in Germania ha segnato un traguardo cruciale, permettendo di individuare la fonte delle cellule staminali che permettono alla pelle di rinnovarsi continuamente.

I ricercatori hanno ottenuto la prima prova diretta che la pelle umana è sostenuta da una base di cellule molto longeve, dalle quali derivano unità progenitrici, dalla vita relativamente breve e che vengono continuamente rinnovate.

Epidermolisi bollosa, cos'è. Quando parliamo di 'epidermolisi bollosa' ci riferiamo ad una condizione genetica per cui sulla pelle del paziente e nelle mucose interne compaiono bolle e lesioni ed è conosciuta anche come 'sindrome dei bambini farfalla' per la loro fragilità.

Le cellule così modificate sono state coltivate in modo da ottenere lembi di pelle delle dimensioni comprese fra 50 e 150 centimetri quadrati, trapiantati nel bambino in due interventi successivi. Prima di questa conferma si riteneva che la pelle avesse un solo tipo di staminali. Per questo adesso i tempi sono maturi per passare dai test in laboratorio9 alla sperimentazione clinica.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato