Sport

Ventura a Le Iene: "Si, mi dimetto"

Ventura a Le Iene:

Piccolo giallo su un botta e risposta tra 'Le Iene' e Gian Piero Ventura all'arrivo del ct azzurro a Bari: la trasmissione ha diffuso una clip in cui si vede un inviato che chiede al tecnico, in un atmosfera concitata (Ventura, attorniato, invoca più volte "educazione"), "Si dimette o no?". "Allora fatela voi la formazione", avrebbe detto il CT, minacciando le dimissioni già allora. Ha dichiarato di non esssersi dimesso dall'incarico e di non aver parlato ancora con Tavecchio. Dal punto di vista sportivo è un risultato pesantissimo, c'era una volontà feroce di fare ma il calcio è questo. Sono orgoglioso di aver allenato grandi campioni e altri che spero possano diventarlo.

La serata del 13 novembre sarà ricordata come una totale disfatta per il calcio italiano, resa ancora più triste dall'addio di alcuni protagonisti del trionfo a Germania 2006 come il capitano Gianluigi Buffon, Daniele De Rossi e Andrea Barzagli. Reduce dalla parentesi con il Bayern Monaco, in cui ha vinto una Bundesliga e quest'anno è stato esonerato dopo il deludente inizio di stagione, adesso è fermo in attesa di una chiamata.

Ripartiamo, quindi, da ciò che abbiamo, e smettiamola con lo schietto disfattismo, quando un minimo d'intellighenzia sarebbe sufficiente a mostrare da quale parte cominciare a sradicare le erbacce: anche i migliori musicisti del mondo, d'altronde, non faranno mai un grande concerto, senza un adeguato direttore d'orchestra.

"Con Tavecchio e con tutta la Federazione c'è un rapporto". Assolutamente sì, chiedo scusa del risultato. Ci vedremo, dirò tutto quello che ho passato e che penso, ovviamente ascolterò - ha spiegato Ventura in conferenza stampa a San Siro - Poi qualsiasi cosa verrà decisa sarà accettata. Fino alla partita con la Svezia avevamo fatto quello che ci aspettavamo tutti, la mia colpa è di aver fatto due partite senza subire un tiro e aver perso 1-0. Negli ultimi giorni si sono rincorse tante voci.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato