Salute

Isolato al San Matteo di Pavia il virus dell'influenza

Isolato al San Matteo di Pavia il virus dell'influenza”

E' stato isolato al San Matteo ai Laboratori di Microbiologia e Virologia il primo caso di influenza A della stagione.

Il bambino, residente nel Pavese, è stato ricoverato per un paio di giorni alla Clinica Pediatrica per febbre e vomito e presentava anche un interessamento polmonare, con una compromissione delle basse vie aeree.

Durante le feste potrebbe esserci il picco dei contagi. Lo rende noto la professoressa Maria Chironna dell'U.O.C. Laboratorio di Epidemiologia Molecolare Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Bari e responsabile Sorveglianza Virologica Influenza e virus respiratori. Per questi motivi, molti medici consigliano il vaccino: i casi di decessi nella scorsa stagione sono stati circa duemila, e si trattava di un'influenza meno aggressiva di quella attuale. Inoltre, "particolarmente vulnerabili sono le donne in gravidanza e i grandi obesi, entrambi i gruppi sono a rischio di severe compromissioni polmonari - ci spiega il virologo Baldanti - Ma la severità dell'influenza è imprevedibile: anche giovani e sani possono manifestare improvvise infezioni gravi".

La vaccinazione in particolare si rivolge ai soggetti a rischio, ovvero agli anziani over 65, ai bambini e ai pazienti portatori di patologie croniche. Infine, ricorda il virologo, a doversi vaccinare sono anche tutti coloro che si prendono cura o lavorano a contatto con le persone fragili, incluso il personale medico sanitario.

A livello globale, l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) segnala di aver analizzato più di 103mila campioni, di cui 5.515 sono risultati positivi ai virus influenzali.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato